Ordigni bellici nel lago d’Orta

OMEGNA – Sono ben 17 i residuati bellici che questa mattina, con un’operazione interforze che ha visto protagonisti Carabinieri, Marina Militare ed Esercito, sono stati prelevati dal lago d’Orta e fatti brillare in una cava di San Bernardino Verbano dagli artificieri (video). Si tratta di materiale vario risalente alla seconda guerra mondiale di provenienza americana, tedesca, italiana. L’hanno trovato, nei giorni scorsi, i sommozzatori dell’Associazione Sub Verbania nello specchio d’acqua antistante piazza Salera, a Omegna. Sono gli stessi sub che a gennaio scoprirono, sempre nel lago, i resti di due anziani scomparsi trent’anni fa.
Questa mattina, in massima sicurezza, si sono svolte le operazioni di recupero, affidate ai sommozzatori della Marina, che hanno materialmente portato a riva gli ordigni prelevandoli dal fondale e per poi consegnarli agli artificieri.
Il materiale bellico giaceva sul fondale da decine d’anni, l’ipotesi più accreditata è che qualcuno che ne era entrato in possesso, a guerra finita per liberarsene senza dover dare spiegazioni a nessuno li abbia caricati in una barca e lanciati nel lago. 

Fonte:
http://www.verbanonews.it/prima-pagina/ordigni-bellici-nel-lago-dorta-17-pezzi-trovati-e-fatti-brillare-dagli-artificieri-video-545.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *